In questo tutorial di programmazione Java vedremo come usare parametri di tipo array nei metodi in Java.

In questa guida ti mostrerò come dichiarare un normale metodo in Java, in cui uno o più argomenti siano costituiti da un array.

Per maggiori informazioni sugli array, leggi i tutorial correlati.

tutorial correlati agli array in Java

Nei seguenti articoli trovi maggiori informazioni sugli array in Java e come lavorare con gli array in Java.


Per maggiori informazioni puoi leggere i tutorial correlati:
- che cosa è un array in Java
- come dichiarare un array in Java
- come gestire gli array in Java

metodi con parametri di tipo array

I metodi in Java possono accettare parametri di tipo differente.

Qualora volessimo creare un metodo che svolga delle operazioni matematiche tra numeri decimali, probabilmente avremo un metodo con dei parametri di input di tipo double, qualora il nostro metodo debba effettuare delle operazioni su stringhe di testo per filtrarle o modificarle probabilmente il nostro metodo accetterà dei parametri di tipo string.

Oppure ancora, qualora la nostra applicazione prelevi una lista di dati da un database o un server esterno e voglia filtrarli in base ad un criterio di ricerca, probabilmente il nostro

metodo di filtraggio vorrà accettare un parametro di input con un array di tutti i dati da filtrare, e restituirà un array con i dati filtrati secondo il nostro criterio di ricerca.

In questa guida vediamo nello specifico come dichiarare un metodo che abbia come argomento un array.

Vediamo la sintassi:

[eventuali modificatori] tipoDiRitorno nomeMetodo(tipoDegliElementiDellArray nomeArray[]) {  istruzioni qui }

In pratica, all'interno delle parentesi tonde, scriviamo:

- il tipo degli elementi che saranno contenuti nell'array (il tipo può essere un tipo primitivo o un nome di una classe)

- nome del parametro di tipo array

- due parentesi quadre []

In questo modo, leggendo la firma del metodo, sapremo che il metodo accetta un parametro di tipo array, che potrà contenere elementi di un certo tipo,

in modo da passargli correttamente un array analogo come input quando lo invocheremo.

Vediamo un esempio concreto:

public bool metodoTrovaStringaInArray(String arrayDiStringhe[], String stringaDaTrovare) { 

istruzioni che cercano una stringa in un array di stringhe 

}

Quest'ultimo esempio di firma di metodo, auto-esplicativo, è semplicemente un metodo che accetta due parametri di input:

- il primo parametro è un array chiamato arrayDiStringhe che conterrà elementi di tipo string

- il secondo argomento è una variabile di tipo string chiamata stringaDaTrovare, che verrà cercata all'interno dell'array passato arrayDiStringhe nella nostra implementazione del metodo.


Qualora il metodo trovasse la stringa stringaDaTrovare all'interno dell'array arrayDiStringhe allora restituirebbe un valore di tipo bool YES/true

altrimenti un valore NO/false.

Per i più esperti possiamo dire che questo metodo può essere anche scritto con una firma più elegante ma è scritto in questo modo per mostrare questo concetto nel tutorial.

invocare un metodo con parametri di tipo array

Per invocare un metodo che contenga parametri di tipo array si passa semplicemente l'array al metodo come nell'esempio seguente:

Dati i seguenti dati:

String miaParola = new String("lago")


String[] arrayDiParole = new String[6];

arrayDiParole = {"quel","ramo","del", "lago", "di", "Como"};

possiamo passarli al nostro metodo

metodoTrovaStringaInArray(arrayDiParole, miaParola);

La variabile di tipo String miaParola verrà cercata nell'array di stringhe arrayDiParole, restituendo un valore di tipo bool uguale a true.

preservare assegnazioni di valori al parametro di tipo array con FINAL

A volte, per sicurezza, magari se stiamo scrivendo un metodo particolarmente lungo e complesso, può essere utile usare la parola chiave final per rendere immutabile 

un parametro di input del nostro metodo.

Sia esso un parametro di tipo primitivo o un oggetto oppure un array appunto, la parola final evita che a tale argomento possa essere assegnato un valore diverso da quello passato,

all'interno del metodo.

Vediamo un esempio per capire meglio:

public bool metodoTrovaStringaInArray(final String arrayDiStringhe[], String stringaDaTrovare) { 


// creo un nuovo array

String[] nuovoArray = {"mia","nuova","frase"};


// assegno il valore di questo nuovo array all'array arrayDiStringhe, che contiene i dati di input

arrayDiStrighe = nuovoArray;  // GRAZIE ALLA PAROLA final QUESTA RIGA PRODURRA' UN ERRORE

Senza la parola final, l'ultima istruzione che avremmo scritto non produrrebbe un errore, ma di fatto avremmo perso i nostri dati di input passati al metodo,

assegnando per errore l'array nuovoArray all'array arrayDiStringhe.

A questo punto ti dovrebbe apparire più chiaro l'utilizzo della parola final per migliorare la qualità del tuo codice.

Tutorials più cercati su RobottinoVerde.com

come usare Android
come usare Play Store
come usare Chrome
come fare backup Android
come formattare Android
come scaricare suonerie Android
come diventare influencer
come usare WhatsApp
come usare Instagram
come usare Facebook